Neurologia
Ematologia.net
Reumatologia

Bassa diversità della flora intestinale nei bambini con eczema atopico


Esiste dibattito riguardo alla questione se una bassa diversità totale della flora intestinale nella prima infanzia sia più importante di una prevalenza alterata di particolari specie batteriche per la crescente incidenza della malattia allergica.
L'avvento di potenti metodi molecolari ha permesso di caratterizzare il microbioma totale fino al livello di genere in ampie coorti.

Si è cercato di valutare la diversità microbica e caratterizzare i batteri dominanti nelle feci durante il primo anno di vita in relazione allo sviluppo di eczema atopico.

La diversità e la composizione microbica sono state analizzate con pirosequenziamento 16S rRNA 454 con codice a barre in campioni di feci a 1 settimana, 1 mese e 12 mesi di età in 20 bambini con eczema associato a IgE e 20 bambini senza alcuna manifestazione allergica fino a 2 anni di età.

I neonati con eczema IgE-associato avevano una varietà inferiore del microbioma totale a 1 mese ( P=0.004 ) e una diversità inferiore del phylum batterico Bacteroidetes e del genere Bacteroides a 1 mese ( P=0.02 e P=0.01 ) e del phylum Proteobacteria a 12 mesi di età ( P=0.02 ).

Il microbioma era meno uniforme a 1 mese rispetto a 12 mesi di età, con una elevata variabilità interindividuale.

A 12 mesi, quando il microbioma si era stabilizzato, i Proteobacteria, comprendenti batteri gram-negativi, erano più abbondanti nei bambini senza manifestazione allergica ( analisi empirica dell'espressione genica digitale nel test R [ edgeR ]: P=0.008, q=0.02 ).

In conclusione, una bassa diversità microbica intestinale durante il primo mese di vita è stata associata a successivo eczema atopico. ( Xagena2012 )

Abrahamsson TR et al, J Allergy Clin Immunol 2012; 129: 434-440



Med2012 Gastro2012 Inf2012 Pedia2012



Indietro